Ligue 1, Talenti

Neal Maupay e i record di precocità in Ligue 1

L'esultanza di Neal Maupay: ha appena segnato il suo primo gol in Ligue 1

Neal Maupay esulta dopo aver segnato il suo primo gol in Ligue 1 – Foto Lapoirie

Quello a cui assistono gli spettatori dello Stade du Ray la sera di sabato 15 dicembre in occasione di Nizza-Evian TG, diciottesima giornata di Ligue 1, assomiglia al classico scenario da favola: i padroni di casa, colpiti a freddo e già sotto di due gol dopo un quarto d’ora di gioco, con una grande prestazione collettiva riescono a portare a termine la rimonta nel secondo tempo e non paghi continuano a spingere finchè, nei minuti di recupero, a segnare il gol dell’incredibile 3-2 è un ragazzo di sedici anni, Neal Maupay, entrato in campo all’87’ e giunto al sesto spezzone di Ligue 1 della carriera. É lui a regalare i tre punti alla squadra rossonera che zitta zitta si issa ai piedi del podio, sulla scia di otto partite utili consecutive e cinque vittorie di fila in casa, ed inevitabilmente si erge così a simbolo di un progetto di rinascita, quello di un club reduce da diversi campionati di sofferenza che con l’avvento del nuovo azionista di maggioranza Jean-Pierre Rivère ha voltato pagina: sono arrivati uno stadio nuovo fiammante, l’Allianz Riviera, un allenatore deciso a raccogliere una sfida stimolante come Claude Puel e con lui la scelta di puntare su una filosofia di gioco ben precisa e su un telaio formato da giocatori giovani, in parte pescati con oculatezza ed in parte provenienti da un settore giovanile che finalmente comincia a brillare di luce propria, come dimostra la conquista della più prestigiosa competizione giovanile francese, la Coupe Gambardella, nell’aprile scorso; ben otto elementi che facevano parte di quel gruppo vincente hanno assaggiato a diverso titolo la prima squadra con Puel nella stagione in corso e Maupay è uno di loro, ed è forse proprio quello che più di tutti gli altri sembra avere le carte in regola per lasciare in futuro un segno nel calcio professionistico.

Maupay in azione contro il Saint-Etienne nella finale di Coupe Gambardella (28 aprile 2012)

CARRIERA IN CLUB E IN NAZIONALE – Nato a Versailles il 14 agosto 1996, Neal Maupay è il classico predestinato, uno di quei ragazzi il cui talento è evidente fin dai primi passi e che si aggiudica puntualmente il premio di miglior giocatore nella quasi totalità dei tornei giovanili a cui partecipa; dopo gli inizi in un piccolo club delle Alpi Marittime, l’US Valbonne-Sophia-Antipolis, si trasferisce all’OGC Nice e lì fa tutta la trafila, culminata nella vittoria della Gambardella nell’aprile 2012 con la formazione U19. Quest’anno era inizialmente previsto che giocasse con la squadra riserve che milita in CFA 2 (quinta divisione), ma Puel si è accorto ben presto delle sue doti e sempre più spesso lo ha aggregato alla prima squadra, fino a gettarlo nella mischia in Ligue 1 nei minuti finali della gara casalinga di campionato contro il Brest del 14 settembre 2012 (4-2): da questa data a quella del suo primo gol tra i professionisti realizzato contro l’Evian TG appena due mesi dopo, saranno in tutto sei le sue presenze nella massima serie francese – tutte da subentrante – a cui vanno aggiunte diverse panchine, mentre parallelamente Maupay ha continuato a dare il suo contributo alle riserve rossonere, con le quali ha messo a segno sette reti dall’inizio della stagione. Nel frattempo, il 31 ottobre 2012, è arrivato anche l’esordio da titolare in prima squadra, in occasione degli ottavi di finale di Coupe de la Ligue contro il Lyon allo Stade du Ray: una partita che si è rivelata trionfale per gli Aiglons (3-1) ed in cui Maupay ha dato un promettente saggio delle sue doti, mettendo a ferro e fuoco la difesa lionese, provocando l’espulsione di Bisevac, costretto a falciare il giovane avversario che s’involava verso la porta, e sfiorando il gol in un paio di circostanze. Oltre ad essere l’orgoglio dei tifosi del Nizza, Neal è un pilastro delle nazionali giovanili transalpine: già capitano dell’U16 con cui aveva debuttato nell’ottobre 2011 totalizzando 13 presenze e 6 reti, oggi porta la fascia nell’U17 guidata da Patrick Gonfalone; dopo essere sceso in campo nelle tre partite della prima fase di qualificazione all’Europeo 2013, a marzo è atteso con i compagni da una Fase Elite che si annuncia estremamente complicata per i Bleuets, visto che nel suo raggruppamento la Francia dovrà vedersela con Spagna, Belgio e i padroni di casa della Croazia.

maupay vs lyon

In azione in Coupe de la Ligue contro il Lyon: è la sua prima partita da titolare con la maglia dell’OGC Nice (31 ottobre 2012)

SANGUE ARGENTINO, TESTA DA VETERANO – Maupay non appartiene a quella categoria di attaccanti che rubano l’occhio per straordinarie doti fisico-atletiche o gesti tecnici strabilianti ma, sebbene abbia ancora grossi margini di crescita sotto diversi aspetti e sebbene il gioco aereo non possa certo definirsi il suo forte, spicca al contrario proprio per il fatto di non avere particolari punti deboli: buoni fondamentali, eccezionalmente maturo per la sua età dal punto di vista fisico, tattico e mentale, rapido di testa e di gambe, sopperisce alla sua stazza non certo notevole (1,71) con forza muscolare e notevole dinamismo, è capace di farsi valere indifferentemente spalle alla porta o in profondità, di creare pericoli negli spazi stretti come negli spazi larghi, di partecipare al gioco e di concludere con buona freddezza, inoltre sa usare bene il corpo per proteggere palla e non si sottrae al contatto fisico con l’avversario; la dote migliore è probabilmente la sua intelligenza di gioco, la capacità di inserirsi e di chiamare il pallone con tempi e modi giusti, in una maniera di giocare che, complice il suo moto perpetuo, inevitabilmente è utilissima nell’aprire spazi ai compagni. Per le sue caratteristiche il ruolo ideale sembra essere quello di seconda punta, ma poichè sia le rappresentative giovanili francesi che il Nizza di Puel giocano abitualmente con il 4-2-3-1, si è adattato con successo a fare sia il trequartista centrale o esterno (in nazionale) che la prima punta (nel club), mostrando un’interessante versatilità. Manu Pires, il direttore del centro di formazione del Nizza, si è sbilanciato a favore del suo pupillo con un paragone impegnativo: “Vedo un po’ di Tevez e un po’ di Aguero in lui…”. Se è vero che l’accostamento può a prima vista sembrare troppo azzardato, è anche vero che poggia su fondamenta reali: figlio di padre francese e madre argentina, Neal ha nelle vene sangue sudamericano ed effettivamente nel suo modo di stare in campo, nella grinta e combattività che lo caratterizzano ed in certe movenze echeggiano a tratti suggestioni d’oltreoceano. Ma ciò che in lui colpisce maggiormente è un’insolita maturità, una mentalità da competitore rara in un ragazzo di sedici anni, unita ad un’umiltà e una dedizione al lavoro che gli hanno conquistato il rispetto di uno spogliatoio nizzardo in cui godeva di gran considerazione ben prima del gol decisivo di sabato; sotto quest’aspetto un ruolo determinante lo ha avuto senz’altro la sua famiglia: “É un ragazzo che ha la fortuna di avere dei genitori intelligenti”, dice Serge Targhetta, suo primo allenatore all’US Valbonne.

Una recente immagine di Maupay con la fascia da capitano della Francia U17

I RECORD – É proprio questa sua grande maturità ciò che più di ogni altra cosa fa ben sperare che Neal Maupay possa essere atteso ad una bella carriera nel calcio professionistico, e non restare semplicemente un nome nell’almanacco delle statistiche. Precoce in tutto – persino negli studi visto che è un anno avanti rispetto ai compagni dell’ultimo anno di liceo – Maupay per il momento colleziona record: diventato nel giorno del suo debutto da professionista contro il Brest il più giovane calciatore a vestire la maglia del Nizza ed il secondo più giovane calciatore nella storia della prima divisione francese, alle spalle di Laurent Paganelli, si era poco tempo dopo visto scavalcare in entrambe queste graduatorie dal compagno di squadra Albert Rafetraniainia, altro reduce della Gambardella 2012 lanciato nella mischia da Puel; ma mentre per il terzino sinistro di origini malgasce si sarebbe trattato di un episodio occasionale, Maupay ha continuato ad assaggiare la prima squadra con regolarità, fino a diventare il 15 dicembre il più giovane marcatore nella storia degli Aiglons ma soprattutto  il secondo più giovane marcatore di tutti i tempi nella storia del massimo campionato francese, scavalcando M’Baye Niang: meglio di lui è riuscito a fare solo Laurent Roussey con il Saint-Étienne, nel lontano 1978. Già messosi in evidenza nell’ultima edizione della Coupe Gambardella per essere il più giovane dei giocatori scesi in campo in finale, opposto ad avversari nati in massima parte nel 1993 o nel 1994, Neal è poi diventato il primo ed unico, tra tutti coloro che in passato hanno conquistato questo trofeo, ad avere esordito in Ligue 1 ancora minorenne, cosa che non è riuscita neanche ai più illustri vincitori della competizione quali Mexès, Gourcuff, Martin, M’Vila o Belhanda. É al momento l’unico calciatore di sedici anni a giocare con una certa frequenza nella massima serie ed il Nizza, consapevole di avere tra le mani una pepita, si preoccupa di proteggere in tutti i modi il suo prezioso tesoro: i contatti con i media per lui sono proibiti e presto arriverà anche il meritato primo contratto professionistico, una precauzione più che mai necessaria perchè c’è da scommettere che per il talentuoso franco-argentino le lusinghe non si faranno attendere a lungo.

– I più giovani marcatori di sempre in Ligue 1

1) Laurent Roussey (Saint-Étienne, 1978) – 16 anni, 3 mesi e 25 giorni

2) Neal Maupay (OGC Nice, 2012) – 16 anni, 4 mesi e un giorno

3) M’Baye Niang (Caen, 2011) – 16 anni, 4 mesi e 18 giorni

– I più giovani esordienti nella storia della Ligue 1

1) Laurent Paganelli (Saint-Étienne, 1978) – 15 anni e 309 giorni

2) Albert Rafetraniaina (OGC Nice, 2012) – 16 anni e 27 giorni

3) Neal Maupay (OGC Nice, 2012) – 16 anni e 32 giorni.

Seguono: Laurent Roussey (Saint-Étienne, 1978) – 16 anni e 68 giorni; Joel Depraeter (Lille, 1978) – 16 anni e 121 giorni

– I più giovani esordienti della Ligue 1 2012-13

1) Albert Rafetraniaina (OGC Nice) – 16 anni e 27 giorni

2) Neal Maupay (OGC Nice) – 16 anni e 32 giorni

3) Adrien Rabiot (Paris Saint-Germain) – 17 anni e 4 mesi

Ecco gli altri calciatori non ancora diciottenni scesi in campo nella Ligue 1 2012-13: Kurt Zouma (Saint-Étienne) – 17 anni e 9 mesi; Yassine Benzia (Olympique Lyonnais) – 17 anni e 10 mesi; Joseph Barbato (SC Bastia) – 17 anni e 11 mesi.

N.B.: A parte Kurt Zouma, che ha fatto il suo esordio professionistico nel settembre 2011, e Yassine Benzia, che ha esordito all’ultima giornata del campionato 2011-12, per tutti si tratta della stagione di debutto assoluto in Ligue 1.

Ecco infine il più giovane calciatore sceso in campo in Ligue 1 nelle ultime cinque stagioni (si considera naturalmente l’età al momento della prima apparizione):
2007-08: Eden Hazard (Lille, oggi al Chelsea) – 16 anni, 10 mesi e 18 giorni
2008-09: Timothée Kolodziejczak (O.Lyonnais, oggi all’OGC Nice) – 17 anni, 1 mese e 22 giorni
2009-10: Serge Aurier (RC Lens, oggi al Toulouse) – 16 anni, 11 mesi e 29 giorni
2010-11: M’Baye Niang (Caen, oggi al Milan) – 16 anni, 4 mesi e 5 giorni
2011-12: M’Baye Niang (Caen, oggi al Milan) – 16 anni, 7 mesi e 24 giorni

Maupay con la maglia del Nizza nel giorno dell’esordio in Ligue 1 contro il Brest (settembre 2012) – Foto Richard Ray

Nome: Neal Maupay

Ruolo: Attaccante

Data di nascita: 14 agosto 1996

Luogo di nascita: Versailles (Île de France, France)

Nazionalità: Francese

Altezza e peso: 172 cm per 69 kg

Piede preferito: Destro

Club di appartenenza: OGC Nice (Arrivo al club: luglio 2007)

Club precedenti: US Valbonne-Sophia-Antipolis (dal 2002 al 2007)

Debutto professionistico: 15 settembre 2012 (Nice-Brest, Ligue 1)

Carriera in nazionale: Francia U16 (13 presenze, 6 reti), attualmente con la Francia U17 (3 presenze)  

Palmarès: 1 Coupe Gambardella (2012)

Video: Il primo gol da professionista di Maupay (15/12/2012, Nice-Evian 3-2)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: